Articolo

La continuità aziendale (diretta e indiretta) fra diritto contabile e disciplina della crisi d’impresa.
Profili ricostruttivi e sottotipi concordatari. *


Stefano Ambrosini
Giurisprudenza

Concordato prenotativo ed efficacia delle misure protettive


Tribunale di Mantova, 16 maggio 2023.

Data pubblicazione
24 maggio 2023

Scarica PDF

Giurisprudenza

TORNA INDIETRO

Tribunale di Mantova, 16 maggio 2023. Pres. Gibelli. Est. Mauro Bernardi.

Concordato prenotativo – Misure protettive – Durata  

Concordato prenotativo – Misure protettive – Nuova istanza in caso di cessazione - Ammissibilità 

Concordato prenotativo – Misure protettive – Proroga - Significatività dei progressi nel piano di ristrutturazione – Fattispecie

L’efficacia delle misure protettive, una volta concesse, permane sino alla data indicata nel provvedimento di concessione e non sino al momento della pubblicazione della sentenza di omologazione, in quanto non si spiegherebbe altrimenti il disposto di cui al comma 4 dell’art. 55 CCI e dell’art. 8 CCI, avendo le misure protettive carattere necessariamente temporaneo, laddove l’ultima parte del comma 3 del medesimo articolo si limita a indicare il momento oltre il quale le misure protettive (già in essere) perdono in ogni caso efficacia. 

Deve ritenersi consentito, nei limiti previsti dall’art. 8 CCI, che la richiesta di concessione delle misure protettive possa essere avanzata anche in un momento successivo rispetto a quello iniziale onde consentire al proponente di avvantaggiarsene in caso di effettiva necessità e anche se le stesse, nelle more del procedimento, siano venute a cessare.  

Può essere prorogata 55 co. 4 CCI la efficacia delle misure protettive ove si siano avuti significativi progressi nel piano di ristrutturazione (nel caso in esame tale dato è stato ravvisato in considerazione del fatto che è stata depositata la proposta concordataria e, nel frattempo, alienata parte del patrimonio societario).