Articolo

La continuità aziendale (diretta e indiretta) fra diritto contabile e disciplina della crisi d’impresa.
Profili ricostruttivi e sottotipi concordatari. *


Stefano Ambrosini
Giurisprudenza

Risarcimento all’appaltatore da parte della banca e concorso di colpa del danneggiato


Tribunale di Brescia, 08 agosto 2023.

Data pubblicazione
10 ottobre 2023

Scarica PDF

Giurisprudenza

TORNA INDIETRO

Tribunale di Brescia, 08 agosto 2023. Giudice Sabbadini.

Il Tribunale di Brescia afferma la responsabilità della banca, rilevando tra l’altro, sul piano fattuale, che: (i) “non risulta che (…) abbia presentato alcuna domanda formale per la concessione del mutuo e non risulta alcuna documentazione attestante una regolare istruttoria per la concessione del mutuo”; (ii) “le relazioni di stima dell’area, non sono corredate da alcun documento, né sono supportate dalla verifica della sostenibilità economica e finanziaria dell’operazione immobiliare”; (iii) “detto finanziamento veniva effettuato a favore di una società di nuova costituzione per cui, in mancanza di dati storici consolidati, la valutazione nell’erogazione del credito avrebbe dovuto essere assolutamente rigorosa”.

Il Tribunale conclude quindi nel senso che “si è trattato di una concessione di credito abusiva, che ha finanziato un’operazione in perdita sin dall’inizio, suscitando così nel mercato la falsa impressione che si trattasse di un’operazione economicamente valida”; e che conseguentemente l’appaltatore “ha diritto di chiedere alla banca il risarcimento dei danni per aver confidato nella solvibilità della società (…) e aver quindi continuato ad intrattenere rapporti contrattuali con essa, non essendo a conoscenza dello stato di insolvenza di essa e non essendo imputabile a sua colpa detta mancanza di conoscenza”; pur applicandosi nella specie, per una parte, il concorso di colpa del danneggiato.

Segnalazione del dott. Franco Baiguera